Ultima uscita di Paolo Giordano: Il nero e L'argento

La penna di Paolo Giordano ha sempre avuto un debole introspettivo, nonchè, la spiccata capacità di vedere e descrivere i sentimenti anche attraverso le cose.
Con La Solitudine dei numeri primi ha appassionato tanti. Bisogna cercare di avvicinarsi alle emozioni di Il nero e l'argento girando pagina, prendendo un foglio bianco della nostra anima. Sono storie diverse, accomunate peró dal saper sussurare a quella brezza interiore che ognuno di noi ha.
Giordano racconta le difficoltá e le paure di una giovane famiglia, quella di Nora , suo marito ed il piccolo Emanuele. È un amore giovane il loro, acerbo,forse, per il futuro sconosciuto. La signora A.,chiamata Babette, con la sua taccagneria e la sapienza regalatale dall'età, assicura stabilità al giovane nido,lavorando come governante. È la vera colonna, è dispensatrice di consigli di vita. Proprio quando la salute la farà allontare dalla giovane famiglia, come un vulcano che pian piano si risveglia, esce fuori il sommerso.
Quello di Nora e suo marito, è un amore giovanile, non ancora pronto per affrontare gli spazi sconfinati di questa vita.
Il contrasto, la fragilità, l'instabilità sono protagonisti. È un pó quello che accade nella realtà: i sentimenti prendono il sopravvento e fanno di noi le marionette di uno spettacolo.
Ma l'uomo è anche questo, l'uomo è sentimento, l'uomo è contraddizione e ragione insieme.
Paolo Giordano da uno spaccato di questo mare di incoerenza sentimentale, dimostrando, quale uomo di scienza, di essere innamorato di questa complessità tutta umana.

Commenti

Posta un commento

La bottega delle recensioni

Post più popolari